Mal di testa o cefalee

Individuare le cause del mal di testa o cefalea

I mal di testa detti anche cefalee sono una problematica molto diffusa nella popolazione.
Le cefalee possono essere classificate tra primarie e secondarie.

Le primarie non sono dovute ad altre patologie o problematiche e tra queste si annoverano:

  • emicrania
  • cefalea muscolo tensiva
  • cefalee a grappolo
  • altre cefalee primarie.

Le secondarie sono causate da patologie nascoste più o meno gravi e tra queste evidenziamo:

  • cefalee da trauma
  • cefalee dovuta a disturbi vascolari
  • cefalee dovute all’uso di sostanze o medicinali
  • cefalee dovute a disturbi psico fisici
  • cefalee dovute ad infezioni
  • cefalee collegate a disturbi mandibolari, oculari, di orecchie, di seni nasali, dei denti.

Emicrania

L’emicrania è caratterizzata da un dolore intenso e debilitante che colpisce un solo lato della testa.
Questa può essere definita “con aura” o “senza aura”.
L’emicrania con aura presenta dei sintomi come: lampi luminosi, annebbiamento della vista, disturbi di mobilità,
Prima dell’insorgere del mal di testa. L’aura colpisce solo un lato per un massimo di 1 ora.
L’emicrania senza aura presenta invece un dolore pulsante con sintomi neurovegetativi come nausea, vomito e fastidi alle luci e rumori. Durano tra le 4 e le 72 ore.

Le cause sono ancora sconosciute. Si è studiata una costrizione di alcuni vasi arteriosi cranici che determina l’aura, seguita da una dilatazione che determina il dolore.

Tipologie di Trattamento per l'emicrana

Per il trattamento farmacologico si consiglia sempre di consultare il proprio medico per valutare la giusta cura.
Il trattamento prevede spesso l’uso di antinfiammatori che alleviano il dolore come:
Aspirina, ibuprofene, diclofenac…
Se l’emicrania risulta essere troppo intensa e frequente, esistono i triptani. Questi sono dei farmaci che  inducono una costrizione vascolare riducendo il dolore.
Stessa azione anche se con meccanismi diversi è ottenuta dagli ergotaminici.
In caso di sintomi persistenti si prescrivono anche farmaci oppioidi,  narcotici.
Spesso si consigliano anche antiemetici per ridurre nausee e vomito.

Esistono anche diversi rimedi naturali per ridurre la sintomatologia.

Ridurre il dolore con l'auto della respirazione

Essenziale è provare a sdraiarsi ad occhi chiusi e respirare normalmente, senza respiri troppo profondi, riducendo i battiti e la pressione vascolare.

Osteopatia per mal di testa:


Il trattamento riabilitativo per l'emicrania

Il trattamento riabilitativo osteopatico prevede l’attuazione di tecniche di decompressione occipito cervicale cercando di regolarizzare l’afflusso e la pressione sanguigna ai vasi cerebrali.
Importanti sono le tecniche osteopatiche di decompressione delle suture craniche e dei setti vascolari, eliminando la presenza di tensioni ed ipomobilita craniche.

 

Cefalea muscolo tensiva

Questa è tra le più frequenti nella popolazione ed è dovuta ad un aumento della tensione dei muscoli di collo e spalle.

Questa tensione è spesso causata da posture errate, ad esempio chi sta molto seduto davanti al computer o cellulare o sui libri, chi fa lavori pesanti sollevando pesi, chi soffre di forte stress.
Il dolore inizia con un indurimento dei muscoli di spalle e scapole ed una morsa sottonucale che determina la comparsa del mal di testa. Il dolore può essere periodico ma se non trattato può diventare cronico.

Trattamenti per la cefalea muscolo tensiva

Le cure farmacologiche prevedono l’assunzione di antinfiammatori e miorilassanti.
Le cure riabilitative prevedono l’intervento con terapia manuale per detendere le strutture muscolari e recuperare una buona articolarita cervicale.
Le terapie fisiche possono essere di aiuto con l’applicazione di tecarterapia ed alcune correnti antinfiammatorie.
Importante è insegnare degli esercizi di allungamento ed articolarità cervicale ed evitare gli atteggiamenti errati alla base della problematica.

Cefalee a grappolo

Questa cefalea fa parte delle cefalee autonomiche trigeminali. Non è molto frequente ed è caratterizzata da periodi di dolore attivo definiti grappoli.
Il dolore colpisce spesso a livello oculare con associati segni come: restringimento della pupilla, arrossamento, lacrimazione, sudorazione. Il dolore può avere una frequenza da 1 a 8 attacchi al giorno per una durata di diversi minuti.

Trattamento della cefale a grappolo

Il trattamento è quasi sempre farmacologico. Si consiglia di consultare il proprio medico o direttamente il centro cefalee per definire la giusta cura.

 

FONTI:
www.ihs-klassifikation.de/it/02_klassifikation/

Contatti

Sede
Telefono
Mobile
3497144086 / 3208472355
Email

Orari

Lun - Ven
09:00 - 20:00
Sab
09:00 - 13:00
Dom
Chiuso