DIFFERENZA TRA ONDE D'URTO RADIALI E FOCALI

Sul mercato esistono tre tipi di apparecchiature ad onde d'urto:

  • FOCALI: con elevato picco di energia, rapido innalzamento pressorio e breve durata e che da la possibilità di focalizzare l'impulso a livello intracorporeo ad una distanza regolabile fino a 55-60 mm di profondità.
  • DEFOCALIZZATE:sono delle onde con minor picco di energia e minor focalizzazione delle stesse rispetto a quelle focali.
  • RADIALI:con ridotto picco di energia ed impossibilità di focalizzare l'impulso. Le onde si disperdono arrivando ad una profondità di 20-22 mm massimo e non avendo alcun effetto su problematiche più profonde.

COME SI GENERANO LE ONDE D'URTO

Le onde d'urto per applicazioni cliniche "FOCALI" sono prodotte artificialmente tramite un forte e repentino aumento di pressione all'interno di una camera d'acqua ottenuto in base ad un principio fisico che può essere:

In generale un generatore di onde d'urto è composto da:

  • DISPOSITIVO PER PROVOCARE IL COLPO DI PRESSIONE ( elettrodo, matrice di cristalli piezoelettrici, bobina elettrica ( piatta o cilindrica ) + membrana ferromagnetica ( piatta o cilindrica ).
  • CAMERA D'ACQUA CON RIFLETTORE INTERNO PER CONCENTRARE L'ENERGIA DELL'ONDA D'URTO NEL VOLUME FOCALE TERAPEUTICO (ellissoide, sferico, a lente acustica, paraboloide).
  • MEMBRANA IN GOMMA A CUPOLA PER CHIUSURA DELLA FINESTRA DI USCITA DELLE ONDE D'URTO E PER ACCOPPIAMENTO CON LA CUTE DEL PAZIENTE

Generatore Elettroidraulico

Il generatore Elettroidraulico sfrutta l'alto voltaggio applicato tra due elettrodi posti nel fuoco F1 a distanza di 1mm e all'interno di un ellessoide riempito di acqua.

L'arco voltaico generato provoca l'evaporazione dell'acqua circostante e la conseguente formazione di un'onda sferica di pressione indotta dalla rapida crescita delle bolla di vapore (fuoco F1)L'onda primaria (che presenta già le caratteristiche di una onda d'urto) così formata viene focalizzata dall'ellissoide e si concentra in modo uniforme nel volume focale intorno al fuoco F2.

Generatore Elettromagnetico

Il generatore Elettromagnetico può essere a bobina o cilindrica a seconda della sua disposizione. Il funzionamento è similare. La bobina è avvolta da una membrana metallica. Il passaggio della corrente nella bobina genera un campo magnetico che causa l'espansione della membrana provocando così la formazione di onde primarie che vengono focalizzate nel Fuoco F.

Generatore piezoelettrico

Il sistema si basa su un gran numero di cristalli piezoelettrici sono posti sulla superficie concava di una calotta sferica. Quando viene applicata ai cristalli una forte differenza di alta tensione, questi presentano una repentina contrazione ed espansione del loro volume provocando nell'acqua nella quale sono immersi, piccolissime onde primarie di pressione che si sommano e si concentrano nel fuoco F.

Dimensioni del Volume Focale

I diversi sistemi di generazione delle onde d'urto danno origine a volumi focali di diverse dimensioni. Nella seguente tabella vengono messi a confronto i volumi focali (Dati dichiarati dai produttori reperiti sul sito delle Società Digest - ISMST).

Le onde "RADIALI" sono generate da un aumento di pressione in una camera d'aria. questa spinge contro un pistone metallico che è quello che impatterà con la superficie cutanea.

Questa immagine mostra bene come i due tipi di generatori di onde differenzino sulla distribuzione cutanea dell'impulso.

Le focalizzate devono essere fatte da personale qualificato in quanto vanno a concentrarsi sul punto preciso del problema, arrivando anche in profondità. Sono spesso ecoguidate per avere una precisione maggiore e risolvere il problema con meno sedute.

Un errore di posizionamento, difficilmente può causare danni. L'unico rischio è di sottoporsi a sedute molto dolenti con pochi risultati.

Questo tipo di onde d'urto consente di effettuare un buon lavoro su muscoli, legamenti, tendini, calcificazioni profonde (pensiamo ai calcoli renali). Possono avere un effetto antidolorifico immediato ed una rapida azione curativa cutanea di legamenti, tendini ecc.

Le radiali sono delle onde che non vanno a concentrarsi su un punto, ma si disperdono nel tessuto sottostante affievolendo il loro effetto in profondità e consentendo di curare principalmente patologie superficiali costringendo il paziente ad effettuare molte più sedute rispetto alla terapia con onde focali.

EFFETTI DELLE ONDE D'URTO

Oltre all'effetto antiflogistico legato alla rimozione dei metaboliti dell'infiammazione, le onde d'urto inducono una riduzione del dolore mediante inibizione dei recettori specifici, che quindi non possono trasmettere l'impulso doloroso e mediante il rilascio locale di endorfine, particolari sostanze prodotte dal nostro organismo, in grado di ridurre la sensibilità dolorifica.

Un altro effetto importante è quello di provocare la scomparsa delle calcificazioni muscolari prodotte da traumi muscolari. Il meccanismo d'azione è legato alla frammentazione ed alla cavitazione all'interno della calcificazione stessa che porta alla sua disorganizzazione e frammentazione.

Le onde d'urto vengono spesso associate ad altre terapie per aumentare la percentuale di successo del trattamento. Possono rappresentare una valida soluzione per molte condizioni patologiche ortopediche, acute e croniche.

http://www.ondedurto.org/info_onde_durto/diversi_sistemi.htm http://www.ondedurtoforli.it/onde-durto/onde-durto-focali-vs-onde-durto-radiali.html http://www.policlinicodimonza.it/news/2012/marzo/l%E2%80%99efficacia-delle-onde-d%E2%80%99urto-focali-applicata-all%E2%80%99ortopedia http://www.ondedurto.org/info_onde_durto/diversi_sistemi.htm http://www.pocketsalute.it/new/?p=376

Contatti

Sede
Via Valdinievole 107, 00141 Roma
Telefono
06/97602818
Mobile
3497144086 / 3208472355
Email

Orari

Lun - Ven
09:00 - 20:00
Sab
09:00 - 13:00
Dom
Chiuso